Unfinished Business

In Gestalt Therapy l’espressione “unfinished business” si riferisce a una situazione incompiuta e irrisolta, un’esperienza incompleta. Quel chiodo fisso notte e giorno o uno schema relazionale in cui sei bloccato o… una contrattura alla schiena.

La terapia è una di quelle esperienze che aiutano a concludere nel qui&ora queste dinamiche rimaste in sospeso. Prima di tutto, però, bisogna identificare cos’è rimasto a metà e renderlo cosciente. Per poi scoprire (forse) che esistono solo unfinished business e non è una cattiva notizia. Forse Jung si riferisce proprio a questo quando scrive Simboli della trasformazione. Il “business” non si chiude mai, si trasforma continuamente.

Domande aperte su arte, relazioni, contemporaneità.

Ultimi Articoli

Gocce di psiche | Dubbio e consapevolezza

The greater the doubt, the greater the awakening; the smaller the doubt, the smaller the awakening. No doubt, no awakening. Maggiore il dubbio, maggiore la consapevolezza; minore il dubbio, minore la consapevolezza. Nessun dubbio, nessuna consapevolezza. C.C. Chang, The Practice of Zen A volte ci raccontiamo e ci imprigioniamo in scenari negativi, applicando le aspettative…

Continua a leggere

Cinema e Psiche | Au revoir Belmondo

Fino all’ultimo respiro ovvero: cambiare l’aria del cinema per sempre. Con À bout de souffle, nel 1960, Godard sancisce il passaggio al nuovo cinema rischiando tanto quanto il protagonista del film manifesto della Nouvelle Vague. La visione di Godard introduce innovazioni cinematografiche rivoluzionarie figlie della spavalderia di classe che lo contraddistingue. Ad esempio, colloca Coutard…

Continua a leggere

Æffetti personali | Che aria tira? Zeitgeist millennial. Lo sfondo come figura

Lo spirito del tempo millennial è un mondo gravido di mancanze e paradossi. Da un lato è caratterizzato da una condizione miserabile. Questo significa precarietà a 360° che può costellare uno stakanovismo spesso inconscio; un lavoro instabile o più lavori per arrivare alla fine del mese; l’adultità posticipata; relazioni che risentono della mancanza di sicurezza; time…

Continua a leggere

Gocce di psiche | «É nudo!»

“La persona sana ha più fiducia nei propri sensi che non nei propri concetti e pregiudizi. Nella fiaba di Andersen I vestiti nuovi dell’imperatore tutti gli altri sono suggestionati, ma il bambino non ha allucinazioni. Per lui l’imperatore è proprio com’è: nudo. Arrabbiati e intimandogli il silenzio gli adulti disapprovano: «Non puoi essere così impudente.…

Continua a leggere

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.